Il Forex Trading

Il Forex Trading

Con la definizione “Forex Trading” vengono indicati tutti gli interventi all’interno del mercato Forex per concludere transazioni di acquisto, cessione e scambio sulle coppie di valute di qualsiasi nazione.

Il Trading Forex ha come scopo l’acquisto o la vendita di valute con il presupposto di realizzare guadagni sul valore di cambio con la fluttuazione del valore di una valuta dal momento dell’inizio alla fine della transazione.

Il Forex trading é il mercato più grande del mondo. Ha un’altissima liquidità e riesce a movimentare capitali per oltre 1,2 trilioni di dollari giornalieri.

Nonostante le alte prospettive di profitto e la relativa semplicità di accesso anche per trader meno esperti, l’investimento sul mercato Forex é considerato ad “alto rischio“.

Per questa ragione, prima di compiere transazioni e di investire ingenti somme di denaro, é consigliabile fare pratica con i numerosi account demo offerti da molti forex broker del settore, accessibili online.

Un’altra buona pratica per i trader principianti é quella di rivolgersi a dei consulenti finanziari in grado di spiegare loro le caratteristiche del forex trading e, per quanto possibile, di aggirare le componenti di rischio più prevedibili.

I vantaggi del Forex trading sono numerosi. Il mercato é aperto 24 ore al giorno, 5 giorni alla settimana; non esiste una sede “fisica” ma si può partecipare da qualsiasi parte del mondo senza sosta (ad eccezione dei week-end); il mercato ha un’altissima liquidità; anche i trader meno esperti possono fare operazioni di trading, e grazie al Leverage si possono mobilitare capitali anche di molto superiori all’investimento reale.

Una Banca Centrale é una Organizzazione governativa (o quasi governativa) che si occupa della gestione delle politiche monetarie relative ad una determinata Nazione, o come per la Banca Europea, per un determinato numero di Nazioni. Compito della Banca Centrale é anche quello di stampare i soldi della Nazione di competenza.

L’obiettivo di una Banca Centrale, oltre al controllo e alla gestione dei flussi di denaro all’interno della Nazione, é quello di favorirne lo sviluppo economico garantendo il corretto andamento dell’economia nazionale.

Le Banche Centrali possiedono un’importante funzione: il controllo dei tassi di interesse. I tassi di interesse rispecchiano sostanzialmente il “costo del denaro” di un dato Paese.

Questi tassi hanno grande importanza per gli investitori del mercato Forex in quanto, grazie all’analisi delle condizioni del mercato, un trader può decidere di fare profitto investendo su una data valuta i cui tassi di interesse sono più alti rispetto ad altre monete.

Un tasso di interesse alto riesce ad attrarre capitali stranieri. Al contrario un tasso di interesse basso farà allontanare i vecchi e scoraggerà i nuovi investitori.

Un’altra prospettiva interessante per gli operatori su Forex é rappresentata dal cosiddetto “taglio dei tassi” applicato dalle Banche Centrali per combattere la recessione in momenti di crisi economica.

Un buon investimento a medio termine può essere quello di acquistare quando i tassi sono bassi e trarre profitto dalla ripresa economica del Paese e, al contempo, della sua valuta che si apprezzerà rispetto a quelle delle altre Nazioni.

Escludendo il fatto che il forex trading permette anche ai trader con poca esperienza di accedere alle operazioni e che gli utenti attivi sul mercato sono ormai numerosissimi, l’appetibilità del forex sta anche e soprattutto nella possibilità di ottenere enormi profitti anche con un piccolo investimento.

Questa sua peculiarità ha fatto sì che negli ultimi anni il mercato del forex sia stato “invaso” da investitori di ogni tipo, riuscendo a raggiungere flussi di denaro movimentato enormi.

Una grande qualità del mercato forex, riconosciuta ed apprezzata da tutti gli investitori, è l’assenza di commissioni imposte dai forex broker sulle operazioni effettuate, oltre all’assenza di bolli statali e di altre tasse o imposte.

Secondo le ultime normative la tassazione sui guadagni avviene solo se la giacenza complessiva del conto corrente in valuta supera i 51.6645,69 Euro per una durata di almeno 7 giorni lavorativi (dpr 22/12/1986 917 art67 comma1 lett c-ter e comma 1-ter).

Solo in questo caso le plusvalenze derivanti dai profitti forex dovranno essere indicate nel modello UNICO calcolando la base imponibile sottraendo il costo della valuta dal corrispettivo della cessione di valuta.

Seguendo la normativa vigente la tassazione per l’Italia é sostanzialmente inesistente perché sul forex trading all’interno dello stesso giorno le posizioni vengono chiuse e riaperte. Questo fa si che venga meno il vincolo dei 7 giorni imposti dalla legge italiana per l’applicazione della tassazione suddetta.

happy wheels demo
Nessun commento ancora.

Lascia un commento

© 2015 Tutti i diritti riservati caleidossrl.it. È vietata la riproduzione di informazioni!